Formazione nuovo Governo: Le trattative sono bloccate

0

Dopo gli incredibili risultati del voto del 4 Marzo, la formazione del Governo subisce una battuta d’arresto, come era prevedibile. Senza una reale maggioranza e con un’ Italia divisa in 2 fra Movimento 5 Stelle e Lega, stabilire chi guiderà il Paese sembra attualmente un’ impresa titanica. Sarà dunque il presidente della Repubblica Mattarella a dare l’incarico all’uno o all’altro rappresentate per determinare chi si accollerà la guida del Paese?

Con le posizioni di Matteo Salvini e Luigi di Maio attualmente bloccate e restie ad accordi con la controparte, sembra proprio che questa sarà l’unica soluzione percorribile per poter dare all’ Italia un Governo in tempi brevi. Ma potrebbe essere questa una semplice strategia d’attesa per entrambe le fazioni politiche vincitrici delle elezioni?

Al Quirinale si teme molto l’idea di un Governo di scopo per vivacchiare un altro anno mentre forze politiche litigiose tentano per l’ennesima volta di mettere mano al sistema elettorale. Un voto a ottobre sarebbe rischioso ma potrebbe trasformare il Rosatellum in una sorta di doppio turno forzato, attraverso il quale gli elettori potrebbero imparare a scegliere non il candidato preferito ma il meno peggio per dare una maggioranza.

Si pensa dunque ad un accordo secondo cui ai 5 Stelle andrebbe la presidenza della Camera mentre al Centro Destra quella del Senato, quello che è certo è la volontà del PD, grande sconfitto di queste elezioni, di non fare accordi di alcun tipo con l’una o l’altra fazione. Ci sarà dunque un vero e  proprio governo di opposizione da parte della Sinistra, che però deve ancora trovare il suo equilibrio interno.

Share.

About Author

Leave A Reply