Ectomorfo: chi è ?

0

Sicuramente quelli che fra di voi frequentano assiduamente la palestra, in un modo o nell’altro, si saranno imbattuti nel termine Ectomorfo. Questa strana parola non indica una qualche creatura mitologica e fantasiosa uscita dalla penna del leggendario Lovecraft, ma è soltanto il termine che definisce coloro che non riescono ad aumentare propriamente la massa muscolare con gli allenamenti tradizionali.

Ma questa breve spiegazione non basta per definire con chiarezza chi è l’ectomorfo per questo nei paragrafi successivi cercheremo di approfondire l’argomento senza però scendere troppo nel tecnico. Il soggetto Ectomorfo viene ritenuto fra i più sfortunati in ambito di training proprio perché il suo corpo, a prescindere dall’intensità degli allenamenti a cui si sottopone, non svilupperà la muscolatura come invece accade nei soggetti normali.

L’atleta ectomorfo è quindi destinato a rimanere uno stecchino infrome? Decisamente no. Grazie all’evoluzione del training e ad anni di ricerca, è stato possibile identificare un metodo di allenamento ed alimentazione adatto a queste persone che riesce a portare benefici tangibili definendo i muscoli del corpo e assottigliando la massa grassa.

Nella pratica quello che i personal trainer consigliano agli ectomorfi è un allenamento irregolare, fatto di attività intense ma ben distanziate l’una dall’altra. Questo procedimento di fatica e riposo prolungato aiutano, secondo i risultati degli studi effettuati, l’ectomorfo a sviluppare la muscolatura dando alle proteine (più lente in questi soggetti nello svolgimento delle loro attività), tutto il tempo necessario per rigenerarsi.

Questa è ovviamente solo un’ infarinatura generale, quasi una curiosità se vogliamo definirla così, qualora voleste approfondire l’argomento con dettagli più tecnici, vi consigliamo di visitare il link riportato qualche paragrafo più in su. Buona Lettura.

Share.

About Author

Leave A Reply