Category Archives: Sport

Sport

Avena istantanea, il nutriente giusto per cominciare la giornata

Published by:

Chi ama stare in salute sa bene che oltre ad una buona attività fisica ci vuole anche l’alimentazione giusta. Sono tanti i prodotti che si trovano sul mercato che fanno bene e possono apportare all’organismo tutti i nutrienti di cui ha bisogno ma spesso rischiano di introdurli troppo velocemente creando un innalzamento dei livelli di zucchero nel sangue improvviso. La soluzione giusta per ovviare a questo problema è l’avena istantanea.

L’avena è un cereale dagli enormi benefici, riconosciuti anche in ambito medico, perché è una fonte di carboidrati a lenta digestione e di conseguenza non provoca forti picchi insulinici. Si tratta in sostanza di una fonte di energie a lungo termine erogata nelle tempistiche giuste, essa è inoltre tollerata anche da chi soffre di celiachia (qualora non sia contaminata da altri cereali) grazie al suo basso grado di tossicità. L’elevato contenuto di fibre inoltre favorisce la regolarità intestinale, aiutando la digestione e soprattutto combatte il colesterolo nocivo.

Fare colazione con l’avena istantanea in polvere mischiata all’acqua o al latte è un ottimo modo per cominciare la giornata, ottenendo da un solo bicchiere tutti i carboidrati, i grassi e le proteine di cui il corpo ha bisogno. Solitamente infatti una porzione di avena istantanea contiene 4.4g di Beta-Glucani capaci di ridurre il colesterolo e 11g di fibre alimentari e proteine, fondamentali per lo sviluppo e il mantenimento della massa muscolare.

Si consiglia di assumerne una dose durante la colazione, in associazione magari ad uno yogurt o a un frullato. In più scegliendo l’avena istantanea come snack è possibile consumarla in ogni momento anche quando si è lontani da casa, una bella comodità per chi ha giornate sempre molto piene.

Sport

Danilo Gallinari, un italiano a Denver

Published by:

L’ NBA è il sogno ultimo di ogni appassionato di basket che si rispetti. Giocare nella lega di pallacanestro più famosa del mondo è un privilegio oltre che un impegno non indifferente che però può portare ad enormi successi e per quanto il basket in Italia continui ad essere superato in termini numerici da calcio e rugby, oggi vogliamo celebrare proprio un italiano che ieri ha trascinato i Denver Nuggets alla vittoria contro uno dei suoi avversari più temibili, Portland.

Stiamo parlando di Danilo Gallinari, l’azzurro che ha toccato e vissuto il sogno di calpestare quel parquet che in tanti sognano ma che pochissimi italiani hanno avuto la fortuna di vedere. Nella notte questa rivelazione dello sport italiano, ha portato alla vittoria i Nuggets per 132 a 120 sui Trail Blazers, avversario storico e difficile per Denver che fino a ieri contava solo 2 vittorie negli ultimi 15 scontri diretti.

Come potete ben immaginare il ragazzo italiano che ha sorpreso tutti è diventato subito il beniamino del pubblico ed ora potrebbe essere in procinto di concludere un contratto multimilionario proprio coi Nuggets. Danilo, con 27 punti totali, è stato il fautore e custode del vantaggio di +18 nel primo tempo, giunto fino al +25 nel terzo quarto. L’italiano intervistato ha espresso enorme gratitudine ai compagni che hanno saputo metterlo nelle condizioni giuste per segnare, in particolare Nikola Jokic, ritenuto uno dei migliori assistman della lega.

Danilo Gallinari è attualmente il giocatore più pagato nel team di Denver con (15 milioni di dollari a stagione), ma il successo di stanotte unito all’imminente scadenza del contratto, potrebbero fruttargli una nuova proposta di rinnovo da parte dei Nuggets che si vocifera possa sfiorare i 20 milioni i dollari per una durata totale di 6 anni. Insomma non possiamo che fare i nostri migliori auguri al leone azzurro che ci riempie d’orgoglio anche a questa distanza.

Sport

Ectomorfo: chi è ?

Published by:

Sicuramente quelli che fra di voi frequentano assiduamente la palestra, in un modo o nell’altro, si saranno imbattuti nel termine Ectomorfo. Questa strana parola non indica una qualche creatura mitologica e fantasiosa uscita dalla penna del leggendario Lovecraft, ma è soltanto il termine che definisce coloro che non riescono ad aumentare propriamente la massa muscolare con gli allenamenti tradizionali.

Ma questa breve spiegazione non basta per definire con chiarezza chi è l’ectomorfo per questo nei paragrafi successivi cercheremo di approfondire l’argomento senza però scendere troppo nel tecnico. Il soggetto Ectomorfo viene ritenuto fra i più sfortunati in ambito di training proprio perché il suo corpo, a prescindere dall’intensità degli allenamenti a cui si sottopone, non svilupperà la muscolatura come invece accade nei soggetti normali.

L’atleta ectomorfo è quindi destinato a rimanere uno stecchino infrome? Decisamente no. Grazie all’evoluzione del training e ad anni di ricerca, è stato possibile identificare un metodo di allenamento ed alimentazione adatto a queste persone che riesce a portare benefici tangibili definendo i muscoli del corpo e assottigliando la massa grassa.

Nella pratica quello che i personal trainer consigliano agli ectomorfi è un allenamento irregolare, fatto di attività intense ma ben distanziate l’una dall’altra. Questo procedimento di fatica e riposo prolungato aiutano, secondo i risultati degli studi effettuati, l’ectomorfo a sviluppare la muscolatura dando alle proteine (più lente in questi soggetti nello svolgimento delle loro attività), tutto il tempo necessario per rigenerarsi.

Questa è ovviamente solo un’ infarinatura generale, quasi una curiosità se vogliamo definirla così, qualora voleste approfondire l’argomento con dettagli più tecnici, vi consigliamo di visitare il link riportato qualche paragrafo più in su. Buona Lettura.

Sport

Nuova bufera in casa Ferrari, interviene Marchionne

Published by:

La storia di un anno fa si ripete ma stavolta se le vittorie non si concretizzeranno gli spettri difficilmente verranno spazzati via ed accantonati come è successo lo scorso anno dopo la vittoria di Vettel in Ungheria. Ma vediamo nel dettaglio cosa bolle in casa Ferrari e perchè è stato costretto perfino il presidente Marchionne ad intervenire di persona.

Nonostante il rinnovo di contratto dei due piloti per tutto il 2017 la casa del cavallino rampante è in piena crisi per gli scarsi risultati raccolti nella scorsa stagione. A farne le spese è stato il tecnico capo James Allison che dopo un accesa discussione con la dirigenza, ha scelto di lasciare la Ferrari.

Marchionne ha quindi deciso di scendere in campo direttamente chiedendo di essere informato su tutte le decisioni di natura tecnica così da poter essere sempre aggiornato sugli sviluppi del reparto tecnico e poter intervenire laddove fosse necessario. Che si tratti di un vacillamento nella fiducia da parte del presidente nel suo staff? Quel che è certo è che alla Ferrari servono risultati concreti nel più breve tempo possibile.

Anche Vettel, pilota principale della scuderia comincia ad avere qualche dubbio sulla sua permanenza e nonostante la rinnovata fiducia verso il cavallino per un altro anno, ha ancora diverse riserve per via di promesse non mantenute ed una macchina tutt’altro che competitiva.

Quale sarà il destino della rossa di Maranello? Riusciranno gli ingegneri a riportare in auge lo storico stemma della Ferrari ora che la loro guida ha abbandonato la nave? Chi sarà il prossimo capotecnico e quali innovazioni porterà? Sono tutte domande a cui speriamo di poter rispondere presto!

Sport

Europei di Nuoto tutti azzurri!

Published by:

Il nuoto ha sempre portato grandi soddisfazioni alla nostra nazione e agli Europei attualmente in corso di svolgimento a Londra, gli azzurri non si sono smentiti nemmeno quest’anno portando a casa grandissimi risultati in particolare per Federica Pellegrini e Tania Cagnotto, due ragazze divenute ormai l’icona del nuoto azzurro a livello mondiale.

La prima a gonfiare il cuore d’orgoglio dei tifosi azzurri è stata Tania Cagnotto, la tuffatrice di Bolzano che ha conquistato l’oro dal trampolino dei 3 metri, affermando la sua incredibile forma e l’abilità nei tuffi che da sempre la contraddistingue. La seconda emozione arriva da Federica Pellegrini, già detentrice di altri 3 titoli europei a cui si va ad aggiungere il quarto di qualche giorno fa, ottenuto nei 200 metri stile libero dominando le altre avversarie.

Federica ha confermato il suo periodo di forma, frutto degli intensi allenamenti sostenuti negli ultimi mesi, facendo registrare addirittura il record settimanale anche nei 100 metri stile libero. Una leonessa piena di grinta e voglia di vincere che nel post gara ha dichiarato: “Onestamente pensavo di non farla questa gara, poi forse mi ha aiutato la delusione della staffetta che mi ha tirato fuori una cattiveria che in questo momento serviva. Sono contenta di aver fatto questo tempo dopo una settimana di gare dove ho sempre dato il massimo”.

Anche il nuoto maschile ha portato molte soddisfazioni in questa edizione degli Europei 2016, fra cui il bronzo ottenuto nella staffetta 4×200 stile libero che ha assicurato la prenotazione per le prossime Olimpiadi di Rio, e l’accesso alla finale dello sprint ottenuto da Luca Dotto vincendo i 100 metri stile libero.

Sport

Moto GP, ruzzolone in casa Ducati

Published by:

Il gran premio argentino svoltosi nella giornata di ieri ha visto un incredibile ruzzolone (letterale e retorico) della Ducati, la casa italiana che sta investendo tanto per tornare ai piani alti della classifica ma con scarsi risultati dovuti un po’ alla sfortuna e un po’ ad altri problemi di natura più tecnica. Vediamo nel dettaglio cosa è accaduto.

Andrea Iannone, il pilota abruzzese della Ducati ha letteralmente falciato il compagno di squadra Dovizioso, privando il suo team di una doppietta sicura sul podio alla penultima curva. Alla delusione e alla rabbia di team e compagno di squadra si è aggiunta anche la sanzione della Direzione di Gara che ha penalizzato l’abruzzese con la retrocessione di 3 posizioni nella griglia di partenza del prossimo gran premio che si terrà ad Austin definendo il tentativo di sorpasso che ha causato l’incidente “troppo ottimistico”.

Il d.s. Ciabatti a caldo ha detto “un attacco così a un compagno non deve accadere, abbiamo perso un grande risultato”, fotocopia della delusione di Gigi dall’Igna che ha parlato di “manovra che non andava nemmeno provata” e della necessità di “iniziare a pensare al grande lavoro che fa tutta la squadra”. Per non parlare della vittima principale, Dovizioso, che ha commentato: “Inaccettabile perdere un risultato in questo modo, mi dispiace che la squadra non abbia raccolto quanto meritava, ma per me è solo la conferma di cose che già sapevo”.

Iannone, dopo aver ricevuto una lavata di capo dalla direzione Ducati, si è scusato giustificando l’incidente come una sfortunata coincidenza, ha asserito infatti di aver frenato nel medesimo punto del compagno ma di aver perso il controllo della ruota anteriore. Fatto sta che l’accaduto non è piaciuto ai vertici della squadra che ora guarda al mercato 2017 per trovare un possibile sostituto per il giovane pilota troppo imprevedibile.

Sport

Le guerriere della MMA

Published by:

Già da qualche anno la MMA o mixed martial arts, ha preso piede in tutto il mondo. Per quelli di voi che non lo sanno, si tratta di una disciplina sportiva che pone due combattenti all’interno di una gabbia fatta ad ottagono e che possono usare tecniche di combattimento prese da diverse discipline quali, karate, judo, kickboxing, pugilato e via discorrendo. Oggi però vogliamo parlarvi del comparto femminile della MMA che può vantare delle vere guerriere senza paura.

Anche nella MMA esistono differenti federazioni, una delle più famose è indubbiamente la UFC nella quale militano probabilmente i combattenti più forti di questa disciplina. Parlando della divisione femminile non possiamo quindi non ci tare la bellissima ed agguerrita Ronda Rousey campionessa dei pesi gallo, che ha dominato l’ottagono per un bel po’ prima di perdere pochi giorni fa la cintura in un clamoroso ko avvenuto al secondo round contro Holly Holm.

Non è un mistero che le donne siano sempre poco considerate negli sport da contatto rispetto ai loro colleghi uomini, quello che però non tutti sanno è che queste signore del ring, sono toste almeno quanto i gladiatori loro colleghi,se non di più in alcuni casi.

Pur non essendo ancora affermata ai livelli del più nobile pugilato, la MMA ha un suo discreto seguito anche in Italia e conta già qualche campione come il nostro Legionario Alessio Sakara, da poco al commento su Bellator, una trasmissione dedicata a questa disciplina che va in onda su Dmax.

Si tratta però di una disciplina davvero dura, che richiede molto allenamento e capacità adattiva viste le numerose tecniche di combattimento a disposizione degli avversari. Insomma non bisogna essere dei pinco pallino qualunque per eccellere nella MMA, questo dovrebbe farci provare ancora più rispetto per le bellissime ragazze che la praticano senza risparmiarsi.

Sport

Flavia Pennetta ed il suo ritiro

Published by:

Qualche giorno fa si è svolta la finale degli US Open di tennis che ha visto protagoniste due tenniste italiane doc, Flavia Pennetta e Roberta Vinci. Orgoglio dello sport azzurro, le due pugliesi si sono date agguerrita battaglia inseguendosi punto su punto, ma a spuntarla alla fine è stata Flavia Pennetta con un 7-6 6-2 con cui ha battuta l’amica e rivale di una vita intera. Quello che ha scioccato il pubblico però è stato l’annuncio della campionessa che a fine gara, dopo la premiazione, ha comunicato la sua intenzione di ritirarsi.

Flavia ha infatti espresso la sua volontà di chiudere la propria carriera dopo la fine di questa stagione in cui continuerà a giocare a Pechino. Le motivazioni sembrano essere dovute ai ritmi troppo elevati che uno sport a livello agonistico richiede e che la neocampionessa non crede di poter più reggere. Il ritiro non sembra quindi essere una cosa decisa sul momento, la stessa tennista ha infatti confidato ai microfoni che era già da qualche mese che ci stava pensando e chiudere la carriera dopo una vittoria storica come quella degli US Open le è sembrata la scelta migliore.

Sembra che ora Flavia abbia deciso di dedicarsi al proprio futuro e ad un possibile matrimonio col fidanzato Fabio Fognini, volato a New York per seguire l’impresa della sua metà dal vivo. Una campionessa ha il diritto di chiudere la propria carriera come più ritiene opportuno e di certo questo, per la tennista pugliese, è un ottimo momento, grazie alla finale storia a cui ha dato vita insieme a Roberta Vinci, sarà ricordata negli annali dello sport azzurro.

Non possiamo che augurare ogni felicità a questa ragazza pugliese di 33 anni che ha combattuto e vinto per i propri sogni sportivi. Un esempio che tutti i giovani dovrebbero seguir ed un orgoglio per la nostra Nazione.