Da cosa è composta l’attrezzatura da pesca

0

Gran parte del talento del pescatore viene dalla sua attrezzatura da pesca. Senza voler togliere il merito a nessuno delle proprie capacità, è inevitabile però asserire che un buon set di canne, ami, lenze ed esce, può fare veramente la differenza. In questo articolo analizzeremo nel dettaglio qual è l’attrezzatura fondamentale e quella opzionale che un pescatore dovrebbe sempre portare con sé, a prescindere che si tratti di pesca amatoriale o sportiva.

 

Le parti fondamentali dell’attrezzatura da pesca

Ogni bravo pescatore dovrebbe sempre cominciare con un set assortito di canne, ami di diversa misura e forma, lenze di vario diametro e resistenza, galleggianti, piombini e forbici da pesca. Le esche invece costituiscono un discorso a parte poiché possono essere sia vive che finte e variano a seconda della tipologia di pesce che ci accingiamo a pescare.

Questa è l’ attrezzatura da pesca base che proprio non dovrebbe mai mancare nelle tasche del gillette di ogni pescatore che si rispetti.

 

Gli accessori più comuni ed utili

Per quanto riguarda i prodotti accessori bisogna considerare sempre l’attrezzatura da pesca base in nostro possesso e la tipologia di pesce o tecnica di pesca che desideriamo andare ad applicare. Noi ci limiteremo quindi a mettere in evidenza quei prodotti che vanno bene un po’ per tutte le situazioni, come ad esempio la cassettina porta esche, utilissima per mantenere ordinati ami, lenze, sugheri e tutti quei piccoli oggetti importanti.

Una sdraio, un ombrellone, i supporti per le canne, i retini ed oggetti simili, sono tutti di contorno e non sono fondamentali, seppur estremamente utili in situazioni specifiche.

Share.

About Author

Leave A Reply